Descrizione immagine

registrazione partecipanti: sabato ore 09.30

inizio lavori: sabato ore 10.00

pausa pranzo. dalle 13.00 alle 14.00

cena: ore 20.00

prima colazione: ore 08,30

inizio lavori: 09.00

pausa pranzo: 13.00 alle 14.00 

fine lavoro: ore 18.00

 

il programma include: 


sabato: 2 coffee break, pranzo, cena, pernottamento. 

domenica: prima colazione, 2 coffee break, pranzo, 2 coffee break il

 

Per capire come si analizza un problema , dobbiamo fare un sempio: il nostro sistema solare:

fin dalla scuola elementare ci insegnano i pianeti... non è la prima volta che ne sentiamo parlare, vero?


bene...


il Sistema Solare ha la forma di una sfera e al suo centro si trova la stella più luminosa per eccellenza. il Sole. Attorno al Sole girano molti altri corpi celesti: pianeti, comete, asteroidi, etcc.. un gran movimento insomma....

Il percorso che un corpo segue nel fare un giro attorno al Sole si chiama orbita.Il Sole è il corpo più grande del Sistema Solare: contiene circa il 99% di tutta la materia del Sistema Solare, cioè quasi tutta.Il Sole attrae tutti gli altri corpi, legandoli a sé; tutti questi corpi quindi non sono isolati, ma fanno parte di uno stesso insieme: è per questo che parliamo di SISTEMA.

 

Descrizione immagine

Ogni pianeta viaggia sulla propia orbita in forma ostante e indipendente dagli altri, ogni pianeta ha un suo peso, una sua cosnsistenza, una propia densità e velocità di moto e tutto questo fa parte, come abbiamo detto, di un UNICO MOVIMENTO GLOBALE che nella logica fasica si chiama MACROSISTEMA ELMENTARE, cioè dove ha origine normalmente un INSIEME i ELEMENTI che UNITI da aspetti diversi tra  loro producono un unico MOVIMENTO ARMONICO che crea quello che i definisce L'EQUILIBRIO DEGLI STATI. Ben, detto ciò prendiamo proprio ad esempio il nostro sistema solare e poniamoci una domanda...

cosa succederebbe se il movimento di un singolo pianeta dovesse cambiare la sua orbita?

 se le condizioni che regolamentano queso grande sistema, dovessero collassare improvvisamente?? 

certamente sarebbe la nostra fine come indiviui... 

ma questo non è in discussione in questo momento, piuttosto questo esempio deve farci riuflettere su cosa significhi un CAMBIAMENTO anche minimo delle condizioni CHE regolamentano il grande sistema... il sistema della nostra vita. 


ANcje noi esseri umani come il sistema solare visbiamo in un MACROSISTEMA che è composta da noi come individui in relazione on altri, in realzioni a ambienti, a caratterizzazioni diversie, noi insomma impattiamo ogni giorno all'interno del nostro sistema relazionale e possiamo essere paragonati ad un ordine cosmico del quale faciamo insindacabilmente parte.

Pèiu in piccolo possiamo renderci conto del modello di EQUILIBRIO ossrvando ciò che cia ccade quotidianmente

 

la maggior parte della nostra vita viene soddisfatta più dai bisogni che dai desideri e il mnostro quotidiano ne è un esempio( prova a pensare...).

quante volte in percentuale riesci a pretare a termine quello che desideri?

quante volte invece hai portato a termine SOLO IN PARTE quello che ti eri prefiussato?

hai mai pensato che sistema utiliziz per risolvere un problema? 


da dove parti?

cominci a prendere un foglio e fai 2 colonne con scritto PROBLEMA  e SOLUZIONE?


insomma... 

cosa fai non per pensare di risolverlo, 

piuttosto per capire come fare ad evitarlo la seconda volta??????


questo week end ti porterà ad approcciarti con uno dei metodio più risolutivi e pratici del pensiero fasico, 

una delle cose che imparerai ad applicare sarà la spirale di genesi, ciuoè il ciclo vitale del impulso psicomeccanico che ti fà ottenere un rusultato controllabile su i tuoi poensieri e le tue aziuoni, a tal punto che muovendosi meno, pensando meglio e agendo con precision e, ridurrai i tuoi errori fino al 50 %. ti semra abbastanza? eppure non basta...

uno dei modelii di ragionamento che apprenderai è il sistema rotante:



Descrizione immagine

I CICLI DI GENESI: qui a sinistra abbiamo rappresentato uno standard di analisi che molto spesso facciamo per analizzare un problema. Partendo dal primo in alto a sinistra noi produciamo una azione, utilizzando degli strumenti. Essi provocano una causa che produce un effetto. ( es. se vogliamo 

proviamo a pensarci....

in 5 anni ripetiamo ciclicamente almeno 6 volte lo stesso errore se riguarda noi stessi

i problemi che risolviamo in realtà sono solo spostati al margine.

oltre il 30% della nostra infelicità dipende da problemi che si presentano non risolti in precedeenza.

impartiamo a risolvere un problema con l'aiuto di altri per il 40% del numero dei problemi che si rappresentan o nella nostra vita.


Descrizione immagine

schede reattive:

analisi delle cause:

analisi degli effetti:

analisi dei PIANI SEQUENZIALI:

costo energetico:

effetto delle dispersione:

calcolo delle variabili:

attese e consolidamenti: